Guida all’acquisto del materasso a molle

Guida all’acquisto di un materasso a Molle

Guida all’acquisto di un materasso a Molle
Alcuni punti essenziali
Il materasso a molle è un prodotto sostanzialmente Ortopedico-sostenuto. Viene costruito intorno ad una gabbia metallica (molleggio) a cui vengono aggiunti numerosi interposti (isolanti, imbottitura e tessuto). Maggiore sarà la qualità e la quantità di materia prima che riveste il molleggio maggiore sarà il costo e la durata del materasso. Sono prodotti chiusi non ispezionabili, pertanto bisogna prestare attenzione alla componentistica e alla serietà e conoscenza tecnica del venditore.
1) Il molleggio
E’ il cuore del materasso… lavora instancabilmente per 10-20 anni. E’ costituito da un numero di molle biconiche in acciaio temperato di mm.2 o 2.2 collegate tra loro da spirali di acciaio annodato. Maggiore sarà il numero delle molle tanto più vi sarà una copertura ottimale per la distribuzione del peso, tenete presenti che in commercio si va dalle 95 molle al metro quadro (132 molle nel materasso singolo) fino a 220 molle mq. (300 molle nel materasso singolo).
2) Gli Isolanti
Solitamente sono costituiti da un mix di isolante stabilizzante rigido (feltro) e isolante elastico morbido che serve ad ammortizzare il peso (poliuretano espanso). Il molleggio inoltre viene chiuso in un box di poliuretano aggiungendo dei tamponi laterali per irrigidire e sostenere i bordi. Le differenze tra un prodotto o l’altro sono date dal peso degli isolanti.
3) Le imbottiture
Devono lasciar traspirare il materasso ed assorbire l’umidità prodotta, consigliabile qualora non vi siano problemi di allergie, l’utilizzo della Lana 100% sul lato invernale in quanto è una fibra igroscopica (assorbe l’umidità e la rilascia lentamente). Non è determinante la quantità dell’imbottitura, bensì la qualità.
4) Il tessuto
Elemento importante in quanto deve avere 2 caratteristiche ben precise: 1) deve “durare nel tempo” e perciò deve essere di ordito e grammatura elevata 2) deve essere costruito con fibre naturali che lascino traspirare. Qualora sia possibile toccate sempre con mano il tessuto, saprete sicuramente distinguere al tatto un tessuto leggero da uno pesante, senza bisogno di raccomandazioni particolari.
lo staff di Materassi & Dintorni
Buon Acquisto!

Lascia un commento

schweikerkrysta@mailxu.com abad.rab@mailxu.com